29 settembre 2016

Eccellenze e tipicità alla 42^ edizione della Fiera Agroalimentare Mediterranea

fam ccia ragusa

Le eccellenze e le tipicità protagoniste della 42^ edizione della Fiera Agroalimentare Mediterranea che avrà luogo dal 30 settembre al 2 ottobre al Foro Boario di Ragusa.

L’evento, presentato in conferenza stampa presso la Camera di Commercio a Ragusa, vuole essere una tre giorni di promozione ma anche di conoscenza dei settori agroalimentari e zootecnici. Tante le iniziative collaterali dedicate a grandi e piccini: workshop, incontri tematici, incontri B2B ma anche educational, la fattoria didattica per i più piccoli, dimostrazioni equestri ed ancora eventi enogastronomici, mostre e concorsi, insomma un programma ricco e variegato e che ha ben saputo coniugare tipicità e territorio.

Nel suo intervento il presidente della CCIA Giuseppe Giannone ha evidenziato come l’organizzazione di quest’anno sia stata pensata guardando al futuro. “Nonostante i numerosi ostacoli – ha detto – siamo riusciti ad organizzare questa fiera nel migliore dei modi proiettandola al 2017 , anno in cui non sarà più la CCIA di Ragusa a patrocinare e organizzare l’evento ma il nuovo ente camerale nato dall’accorpamento tra le Camere di Commercio di Catania, Ragusa e Siracusa ”.

Ha parlato del presente, nel suo intervento, invece, la dottoressa Giovanna Licitra, illustrando nel dettaglio la tre giorni: “Si tratta di un’edizione importante – ha detto. Abbiamo registrato un incremento dal 25% al 35% degli espositori. Attenzione è stata posta al tema della sicurezza e in particolare quest’anno è stato realizzato un parcheggio nel terreno sito di fronte al foro boario e un percorso pedonale che collega i due siti controllato e sicuro”.

“A differenza degli altri anni – ha aggiunto – a fronte di un incremento degli espositori nei diversi settori che la fiera contempla si è registrato un netto calo nel settore florovivaistico che registra una sola presenza. Per quel che concerne la zootecnia è da evidenziare inoltre la presenza in fiera di diverse razze provenienti dal nord Italia”.

Spazio quest’anno anche agli allevatori di animali di bassa corte: “Si tratta di allevatori – ha evidenziato la Licitra – che rappresentano la storia di questa fiera ed è per questo che abbiamo pensato, quest’anno, di consegnare loro un particolare riconoscimento”.

E dopo il presente e il futuro, un tuffo nel passato con l’intervento del segretario generale della CCIA di Ragusa Carmelo Arezzo: “Potrò sembrare nostalgico – ha detto – ma vorrei ricordare a tutti noi il motore trainante che ha dato vita a questa fiera. La FAM nasce grazie a degli allevatori che sentivano l’esigenza di confrontarsi e mettere in gara le proprie produzioni. Negli anni la fiera ha raggiunto altissimi livelli espandendosi anche al settore dell’agroalimentare. Dico questo perché il passato possa essere uno stimolo a guardare avanti con gli occhi di allora. In un periodo di crisi come quello attuale che vede soprattutto il comparto degli allevatori soffrire in particolar modo, compito della FAM è sì fare da vetrina alle produzioni tipiche e alle cose belle del nostro territorio ma allo stesso tempo deve porsi come fucina per un possibile rilancio di questo settore e per l’individuazione di una serie di proposte che magari possano trovare concretezza nei fondi comunitari”.

Presente in conferenza anche l’Assessore allo Sviluppo Economico del Comune di Ragusa, Sebastiana Disca, che nel sottolineare l’importanza della manifestazione ha ribadito la vicinanza del Comune a tutte quelle iniziative a sostegno di una maggiore sviluppo del territorio.

Nel corso della conferenza, pensando proprio al futuro, si è posto l’accento su come oggi, soprattutto nel settore dell’agroalimentare, i principi dello stare insieme e di mettersi in rete per superare le sfide del mercato stiano sempre più affermandosi e come nella cultura aziendale la creazione di un percorso comunicativo all’avanguardia stia riscontrando il consenso del mondo imprenditoriale.

E a proposito di comunicazione, sarà possibile seguire la tre giorni in diretta streaming collegandosi al sito internet della FAM, all’interno del quale sarà possibile visionare tutti gli eventi calendarizzati. Spazio anche alla condivisione e all’interazione attraverso la pagina facebook appositamente creata.


Comments

Be the first to comment.

Leave a Reply